SALUTI AI PENSIONANDI


Iniziamo con Daniela Mussini
sempre preoccupata per i suoi ragazzini
certo, non ne fa un dramma
ma è sempre in ansia come una mamma
sempre disponibile con studenti e genitori
per incontri chiarificatori.
E tra un’equazione e una retta
una bella pedalata in bicicletta.
E tra una monomia, una spuria e una pura
“Il mio papà: una forza della natura”
Abbiamo vissuto la tua grande indecisione
“Vado via o faccio un’altra equazione?”
Fino a quando hai dovuto fare alla svelta
da cui il famoso “assioma della scelta”.
E se in questi momenti a tutti noi manca un abbraccio
personalmente mi mancherà il tuo Sturialaccio.

Così come mi mancheranno i colloqui, quelli belli,
con la collega Lucia Sassatelli.
Una volta, parlando con me,
davanti alla macchinetta del caffè
“È una ciofeca, come dicono i napoletani”
e raccontò la storia della ciofeca per interi piani.
Se poi di politica o istruzione iniziavamo a parlare
Azzolina . . ., forse è meglio lasciare stare.
Quando invece l’argomento era il calcio, quello vero
per lei c’era solo un colore, quello rossonero.
Ma vorrei ricordare delle 00Willy una frase
che i suoi studenti hanno scritto dalle loro case:
ti ringraziamo per averci insegnato la scienza e la biologia
 in modo da distinguere una vera informazione dalla bugia
(era scritto in modo leggermente diverso
ma dovevo chiudere il verso)

E parlando di articoli buoni ecco Simonetta Verzelloni.
La notizia è di quelle che è meglio che ti siedi
perché ha deciso di lasciare in punta di piedi,
come è nel suo stile signorile sempre umile e sempre gentile.
 E adesso come farà la redazione?
Senza la sua preziosissima collaborazione.
E come farà la sua grande amica-collega?
Esattamente come il “Ekkisenefrega”
Per tutti noi era un’unica letta: Mariangelasimonetta
E soprattutto come farà la scuola veramente?
Perdendoti come illustre docente.
E pensando alla possibile soluzione
speriamo ancora in un tuo cambio di opinione.

E adesso, ancor non pago,
tocca ad Alessandro Zago.
 La prima cosa che mi viene in mente
è una canzoncina che più non si sente
“A zigo-zago c’era un mago con la faccia blu”
era una vecchia sigla tv.
Ma zago-mago della matematica
è un’assonanza corretta e simpatica
 ancora meglio zago-geometria
una vera e propria poesia
 visto che la battuta è scontata
essendo tu una persona misurata.
Un vero e proprio signore d’altri tempi
con i tuoi interventi e i tuoi esempi.
Di tutti i  colleghi hai la stima
bravo: così riesco anche a fare la rima.
Lo so, mi sono dilungato tanto
e di certo non me ne vanto;
chiedo anche scusa per l’operato:
 non sono certamente un letterato.
Ma era un modo per ricordare
e soprattutto per ringraziare
questi cari colleghi, docenti
che, come sempre accade, silenti
hanno dedicato alla scuola in generale
della loro vita una parte importante e speciale.
E così mentre per il nostro ministero
ognuno di noi è solo un numero intero
e ci riempie di acronimi DAD, PAI, PIA
la nostra DALS purtroppo va via.
DALS: una sigla veramente perfetta
Ciao Daniela Alessandro Lucia Simonetta

by Giuseppe

Post popolari in questo blog

DIRIGERE AI TEMPI DEL CORONAVIRUS - prof.ssa Barozzi Daniela - LA NOSTRA DIRIGENTE

LA MIA ODISSEA DA COVID-19 - di Lara Patrucco - 1^H

Ipse Dixit #6