SUITS


Suits, originariamente denominata “A Legal Mind” è una seria televisiva che rientra nel genere della commedia giudiziaria e del legal drama.


È stata diretta dallo statunitense Aaron Korsh che per scrivere la sceneggiatura si è ispirato alla sua esperienza lavorativa a Wall Street grazie alla quale ha appurato che non è necessaria nessuna qualifica specifica per lavorare in quell’ambiente.

È composta da 9 stagioni per un totale di 134 episodi della durata media di 45 minuti, registrati tra il giugno 2011 e il settembre 2019, tutti disponibili su Netflix.

È stata girata quasi completamente a Toronto, nonostante sia ambientata nella città di New York nella quale è stato girato solo il primo episodio, l’unico di 1 ora e 20 minuti, denominato “Pilot” poiché lo si può considerare una sorta di pilota dell’intera serie.

La trama di Suits segue le vicende del ricco e arrogante avvocato di uno degli studi più rinomati di Manhattan, Harvey Specter e di Mike Ross, un ragazzo geniale caduto in un brutto giro d’affari a causa del suo amico d’infanzia Trevor.

Le due vicende si intrecciano quando Mike si ritrova, fuggendo da alcuni poliziotti a causa di un complotto ordito alle sue spalle, a sostenere un colloquio per diventare associato del legale di spicco, dalla sua stessa segretaria Donna Paulsen definito egocentrico, narcisista e millantatore.

L’intelligentissima Donna ,introducendo il giovane, fa l’occhiolino ad Harvey per fargli capire che ha appena trovato un “altro lui”. C’è però una differenza tra Mike e il rinomato avvocato: il ragazzo non ha mai frequentato Harvard o una qualsiasi altra facoltà di legge e perciò non ha conseguito la laurea da avvocato, quindi per legge non può esercitare tale professione.

Egli però assorbe nozioni come nessun altro Harvey abbia mai visto fare e viene illegalmente assunto proprio grazie alla sua strabiliante memoria eidetica per mezzo della quale batte il famoso membro dello studio legale Pearson Hardman recitando a memoria una norma scelta da una pagina  a caso del codice Barbri.

Descrivere gli eventi successivi a questa breve introduzione toglierebbe il piacere della scoperta di questa bellissima storia che durante tutte le 9 stagioni non tradisce mai le aspettative di chi la segue, nonostante siano presenti punti dove l’ambito della vicenda riguardante i casi legali può sembrare ripetitivo, ma secondo il mio parere comunque molto interessante.

Personalmente la consiglio a chi vuole provare a guardare una serie tv che ha a che fare con la legge e il mondo degli avvocati, abbastanza lunga ma non troppo impegnativa.

Le sue caratteristiche principali sono sia i rapidi dialoghi botta e risposta caratterizzati da cinismo, competitività e ironia, ma anche le abilità proprie di ogni personaggio che si districa diversificandosi dagli altri nelle varie situazioni che lo mettono alla prova: è per questo che nel suo complesso Suits è allo stesso tempo divertente e appassionante, grazie ai casi trattati dagli astuti avvocati del prestigioso studio legale newyorchese e grazie alla loro storia personale; ha un ritmo incalzante e divertente, e ha la capacità di toccare temi molto complessi e seri, con una punta di drammaticità mai esagerata.

 

                                                                                        

                                                                                                           

                                                                                                            Martina Barbieri

 

Post popolari in questo blog

CHALLENGE ARTE - Alessandro Bocedi e la 3^G

Ipse Dixit #6

Ipse Dixit #3