RAGAZZI DELLA TEMPESTA

La vita di Jack Sommers, nel collegio maschile a Wintergreen nella gelida Virginia, sembra procedere in maniera monotona, fino a quando, in una notte d’inverno, durante una delle tante scappatelle in montagna con i compagni di dormitorio, è chiamato a scegliere tra morire o vivere per sempre. Il ragazzo, con le gambe bloccate sotto la neve dopo una caduta dagli sci, sceglie di vivere e da quel momento in poi, seguendo le antiche regole di Gaia, diventa un inverno. Ogni anno Jack deve trovare ed uccidere la stagione precedente a lui. Il ciclo è sempre lo stesso: l’inverno uccide l’autunno, l’autunno uccide l’estate, l’estate uccide la primavera e la primavera uccide l’inverno. La sua nuova vita quindi, dopo ormai quasi 30 anni, sembra essere diventata un grande loop infinito, ma quando lui e la primavera Fleur si rendono conto di essere attratti l’uno dall’altra, le cose prendono una piega diversa. Nasce la speranza di un futuro diverso. Non c’è veramente nessun modo per uscire dall’Osservatorio? Il fatto che due stagioni non si possano toccare direttamente se non vogliono morire è vero o è solo uno stratagemma organizzato per tenerli a bada?

I rischi non interessano al protagonista del racconto che, dopo mesi passati ad organizzare il piano alla perfezione e dopo aver convinto Fleur e altri due ragazzi, Julio e Amber, riesce finalmente a scappare dalle guardie del dio e capo Cronos. Tuttavia le cose, al di là del muro, non sono così semplici soprattutto con una taglia fissata sulla loro testa. I ragazzi si trovano costretti quindi a fuggire cercando di non morire e di trovare in fretta un modo per eliminare, una volta per tutte, il potente padrone del tempo.

Cecilia Colombini 

 

Post popolari in questo blog

CHALLENGE ARTE - Alessandro Bocedi e la 3^G

Ipse Dixit #6

Ipse Dixit #3