Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2019

Un'Iliade diversa

Immagine
Noi di 1E sabato 2 febbraio siamo andati con le nostre prof. di lettere al circolo culturale “Il Filatoio” di Modena.    Appena entrati ci siamo ritrovati in un luogo magico: la luce fioca, la stufa ardente, un profumo intenso e un salotto con una libreria ci hanno fatto subito capire che sarebbe stata una mattina diversa dalle altre. Ci hanno accolto Nicoletta Giberti, che gestisce il locale, e il professore Michele Collina del “laboratorio teatro (in)stabile”,   che ci ha presentato il suo lavoro sull’Iliade, un lavoro complesso di narrazione con   accompagnamento musicale   fatto da pezzi tekno-metal composti da lui stesso. Ci siamo ritrovati quindi a sentir raccontare l'Iliade in un modo nuovo e diverso,   con questo sfondo suggestivo che ha reso il racconto più intenso. In un'ora e mezza abbiamo potuto rivivere l’atmosfera della guerra , i suoni della battaglia, i discorsi degli eroi, dai momenti più tesi, quali lo scontro tra Achille ed Ettore, a quelli   piú drammati

Patate dorate alla panna – prof. Maria Grazia Bellei

Immagine
  Ingredienti: ·          200 g prosciutto cotto a fette ·          40 g parmigiano grattugiato ·          15 g burro ·          8 patate ·          3 uova ·          q.b. panna liquida ·          sale e pepe Preparazione: Lessate le patate, scolatele, sbucciatele e tagliatele a fette sottili. Imburrate una pirofila e stendete sul fondo le patate tagliate. Salate, pepate e spolverizzate con un po’ di parmigiano. Bagnate con un po’ di panna liquida, quindi fate uno strato di prosciutto e un altro di patate, continuando ad alternare fino ad esaurire gli ingredienti. Terminate con uno strato di patate e un po’ di panna. Sbattete le uova e versatele sugli strati preparati. Infornate a 180°. Non appena le uova si saranno ben rapprese, servite ben caldo.

EDUCAZIONE SIBERIANA

Immagine
Educazione siberiana è un film del 2013 diretto da Gabriele Salvatores, regista del famoso film Io non ho paura . Questo film è tratto dall'omonimo romanzo di Nicolai Lilin e parla di una strana educazione: un'educazione mirata al disprezzo di certe categorie sociali, come i poliziotti e gli   spacciatori, e all'aiuto verso le persone più deboli e oneste. La storia è ambientata in un povero villaggio in Transnistria, nella Moldavia orientale e abbraccia un arco di tempo che va dal 1985 al 1995, anni in cui avviene la caduta della mura di Berlino e la conseguente sparizione dell'Unione Sovietica. Durante il film saremo spettatori della vita di Kolyma, che cresce con Gagarin, suo migliore amico, e sarà sotto l'attenta supervisione del nonno Kudja, che gli insegna come la vita debba essere affrontata nel rispetto di rigide regole del loro popolo. Oltre a loro saranno presenti Mel e Vitalic, due amici che li accompagneranno durante le loro avventure. Prest

Ipse Dixit #4

Berselli : Tutto chiaro? Studente : In realtà no, prof. Berselli : Cosa non ti è chiaro? Studente : In verità sono confuso. Berselli : Cosa non hai capito di preciso? Studente : Tipo... circa tutto il programma. Studente : Prof oggi sta sfornando solo delle perle!! Bruno : Sono in forma oggi, poi con un pubblico così!! Menziani : Nessuno ha di quei cosetti che si attaccano? Studente : I post-it, prof? A cura di Elisa Bonati

L’antisemitismo: un nemico che credevamo sconfitto, ma riemerge nei momenti di crisi.

Immagine
Sabato 16 febbraio 2019 i Gilet Gialli sono scesi in piazza contro il governo Macron per il 18esimo sabato di proteste. E allora? Ormai è diventata la prassi, non fa più notizia. Invece, le manifestazioni parigine di sabato si sono rese tristemente protagoniste di gesti e insulti antisemiti e antisionisti. Vetrine imbrattate con slogan offensivi, tombe dei cimiteri ebraici profanate, bambini con la kippah aggrediti per strada, il ritratto di Simone Veil, grande donna che giovanissima finì in un campo di concentramento, sfregiato con una croce uncinata. E come se tutto questo non fosse abbastanza, gravissimi epiteti rivolti al filosofo e letterato ebreo Alain Finkielkraut che si sente vittima di un “odio da pogrom”. Partiamo però dalle origini di questi fenomeni. Intanto, cos’è un “pogrom”? Questo è un termine storico di derivazione  russa , con cui vengono indicate le sommosse popolari antisemite, e i conseguenti massacri e saccheggi, avvenute nel corso della storia. In pa
Immagine
-Fabio Gilioli

Amore: tra illusione e realtà

Immagine
In quanto adolescenti si può dire che conosciamo bene la relazione che si pone tra amore e illusione. Ma prendiamoci un momento per capire meglio in cosa consiste quest'ultima e cosa colpisce. L'amore sicuramente contiene una piccola componente illusoria: riesce a ingannare i sensi ma anche la mente. Infatti spesso viene ritenuto amore un sentimento che in realtà non lo è: ciò può avvenire per l'inganno dei sensi; per esempio ci si può innamorare dell'aspetto di una persona e scambiare la semplice attrazione per quel complesso sentimento che tutti cerchiamo. Sfortunatamente questo tipo di illusione è molto frequente nei giovani. L'amore può ingannare anche la mente: capita spesso che quando si è innamorati si tenda a guardare il mondo con più entusiasmo, facendo sembrare ogni circostanza migliore. Questa apparenza ha molti aspetti positivi ma sicuramente può portare a una carenza di concentrazione. La mente viene raggirata anche in altri modi: quando ci si

Lo scontro tra Francia e Italia: i rispettivi estremismi potrebbero portare al disastro?

Immagine
Giovedì 7 febbraio in seguito alle recenti tensioni la Francia ha richiamato a Parigi il suo ambasciatore in Italia. In diplomazia,  Il richiamo del proprio ambasciatore è un forte segnale di tensione, di disagio per un torto subito, di incomprensioni. Di solito non succede fra Paesi con una lunga tradizione di amicizia e cooperazione. Di solito, bastano una telefonata fra ministri o un gesto distensivo da una parte o dall’altra, a prescindere dai torti reciproci. Se addirittura occorre risalire al 1940 per ritrovare un simile livello di scontro, significa che la corda, tirata troppo a lungo negli ultimi mesi, si è davvero spezzata. Si dice che le parole sono spesso pietre, in politica possono essere pesantissime, perché fanno danni proprio in quegli ambiti in cui andrebbero utilizzate con cura e attenzione, a cominciare dalla comunità degli affari e dalle relazioni industriali, pubbliche e private, per non parlare della sensibilità collettiva, fragile e suscettibile quando si

INTERSTELLAR

Immagine
Era un buio e tempestoso giovedì sera e non potevo continuare a sprecare il mio tempo sul divano senza fare nulla. Fu allora che l’immagine dell’icona di Netflix   mi si stampò in mente e non potei resistere all’impulso fortissimo di guardare qualcosa di appagante. Perciò oggi sono qui per parlarvi dell’eccezionale film che ha scacciato via la noia dal mio tenebroso giovedì sera. Premetto che questa recensione sarà più lunga, ma il film merita tutto il tempo speso per leggerla. Il film di cui oggi voglio parlarvi è “Interstellar”, un film di fantascienza del 2014 diretto da Christopher Nolan. Interpretato da Matthew McConaughey,   Anne Hathaway, Jessica Chastain e Michael Caine; il film narra di un gruppo di astronauti che viaggiano attraverso un wormhole in cerca di una nuova casa per l'umanità. “Interstellar” ha vinto l'Oscar per i migliori effetti speciali nel 2015 ed ha ricevuto altre quattro candidature. In un futuro ipotetico dove il cibo scarseggia e la vita q