Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2021

Ipse Dixit #16

1) Colli: “J. Parlami del buon governo, dove ci troviamo?” Alunno: “Al palazzo popolare di Siena prof” Colli: “Bravo, pensavo mi avresti detto al McDonald’s” 2) Durante una verifica i cani del professor Gatto iniziano ad abbaiare, si alza, apre la porta e li calma… Gatto dopo essersi riseduto: "Un gatto che mette a posto tre cani non s'era mai visto"

Edangered languages: their importance and why we must save them

Immagine
In our completely globalized and industrialized world, there are some languages such as English, Russian and Chinese that  do definitely dominate communications and business . As a consequence, the languages spoken in remote areas by few people are under pressure. These idioms are sadly imperilled and we must do something in order to save them. Considering the people’s soft approach to global issues such as endangered animals and climate change, we can easily conclude that humans are not always good at taking care of the Earth and its enormous heritage, but losing hundreds of endangered languages would be a catastrophic event since it would mean losing the legacy of a big part of human history. On the other hand, saving them can be actually quite hard nowadays, because it may be too late. So let’s take a closer look into this topic.  There are many reasons why there are languages which are actually in danger. First of all, the idioms with few speakers  are economically unproductive sin

Perseveranza

Immagine
  Niccolò Berretta 3'C

Nevermore

Immagine
  Matilde Avallone 3'C

Ipse Dixit #15

 1) Colli: “Parlami del buon governo, dove ci troviamo?” Alunno: “Al palazzo popolare di Siena prof” Colli: “Bravo, pensavo mi avresti detto al McDonald’s” 2) Durante una verifica i cani del professor Gatto iniziano ad abbaiare, si alza, apre la porta e li calma... Gatto dopo essersi riseduto: "Un gatto che mette a posto tre cani non si era mai visto"

Esca

Immagine
  Ludovica di Montefiano 2'D

Frappuccino al cioccolato di Starbucks – Alice e Martina Morello

Immagine
  - Quando manca la ricetta dei prof…. un suggerimento da due studentesse della redazione - Quante volte abbiamo sognato (e molto probabilmente qualcuno l’ha già fatto) di assaggiare almeno una delle famosissime bevande proposte dalla catena americana Starbucks?  Oramai il simbolo della sirena, stampato sui bicchieroni, nelle insegne, nei sacchettini e chi più ne ha più ne metta, è diventato un richiamo irresistibile a gustare ciò che la catena ci propone, almeno una volta. Un po’ per moda, un pò perché tutti amano il caffè, Starbucks è senza dubbio una delle mete più ambite da parte di ragazzi e adulti! Oggi siamo qui per proporvi una delle numerose bevande da loro realizzate, ovvero il frappuccino al cioccolato, semplice da ricreare a casa e per cui vi accorgerete che non c’è bisogno di andare fino in America per poterlo gustare!    Ingredienti:  -una tazza di latte scremato;  -1 tazzina di caffè;  -2 cucchiai di zucchero di canna;  -1 spruzzata di latte condensato;

VIA COL VENTO

Immagine
  Via col vento è la storia entusiasmante, ricca e a tratti tragica, di colei che viene descritta come “quell’insopportabile, adorabile Rossella O’Hara”, protagonista del film tratto dall’omonimo romanzo. Ambientato negli Stati Uniti meridionali durante il periodo della guerra civile americana e la successiva era di ricostruzione, il film racconta la vita, le vicende, le delusioni e l’ossessione romantica che lega Rosella ad Ashley Wilkes, sposato con la cugina Melania. La vita di Rossella cambia radicalmente nel corso della guerra, così come tutto ciò che ella vede intorno a sé: da ragazzina frivola, capricciosa, viziata e superficiale, scopre l’orrore della privazione, della fame, della povertà e dello smarrimento di veder crollare il mondo che tanto amava. Al contempo, altro aspetto importante assume il ruolo dell’amore che lega Rosella a Rhett Butler, un amore difficile e un matrimonio complicato, fino a quando la protagonista non si renderà conto del vero sentimento che prov

Ipse Dixit #14

1) Studente: "Prof non le so queste cose"  Gatto: "Fai finta di saperle dai" 2) Durante la spiegazione della nomenclatura... Fregni: “Metanato di isobutile... bene, andiamo avanti così... lamponi, che buoni!”