Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2020

FRAPPE di carnevale - Prof.ssa MAGELLI FGRANCESCA

Immagine
INGREDIENTI: 200 gr farina 1 uovo 1 cucchiaio di zucchero 1 cucchiaino di lievito per dolci 1 noce di burro 1 bicchierino di Sassolino scorza di limone latte q.b. per un impasto sodo zucchero a velo PROCEDIMENTO: Impastare gli ingredienti aggiungendo un po' di latte, solo se serve (l'impasto deve rimanere piuttosto sodo). Lasciare riposare la pasta almeno mezz'ora. Stenderla in una sfoglia sottile. Tagliarla in rettangoli, praticando in ognuno un taglio centrale. Arrotolare un lato di ogni rettangolo dentro al taglio per ottenere la caratteristica frappa, che si andrà a friggere in olio bollente (io uso quello di semi di girasole). Scolarle su carta assorbente. Cospargerle di abbondante zucchero a velo. Con questa dose vengono circa 25 frappe
Immagine
Sanremo 2020 Sanremo 2020, andato in onda su rai 1 dal 4 all’8 febbraio, è stato un successo. A confermarlo non solo lo share, un abbondante 60% di ascolti, ma anche Antonio Noto. Il sondaggista rivela i numeri del vero apprezzamento; secondo la sua stima il 79% degli italiani ha trovato molto interessante il Festival. Decisive - prosegue il sondaggista - "l'atmosfera generale" (67%) e la bravura dei conduttori (77%). Un po' meno graditi musica (63) e ospiti (58). Un successo, quello di quest'anno, che la maggioranza degli intervistati (77%) vuole rivedere anche nelle prossime Ma non finisce qui, perché Noto ha constatato che quello di Amadeus e Fiorello è stato un "Sanremo family" con il 44% che lo ha seguito in famiglia oppure, e siamo al 37, con gli amici organizzando gruppi di ascolto. Solo il 16% si è infatti appassionato "in solitaria" alle canzoni cantate all'Ariston. In sostanza, la voglia di commentare le polemiche è prevalsa

LA TEORIA DEL TUTTO

Immagine
Cari lettori, se state attraversando un periodo buio, se avete paura di non trovare   quell'amore vero di cui si parla nei libri e nei film o se pensate che niente nella vostra vita stia andando nel verso giusto, allora vi consiglio di rilassarvi un po', magari guardando il film "La teoria del tutto". Questo film racconta la storia dello scienziato Stephen Hawking, dell'amore tra lui e la moglie Jane, amore che ha generato tre bellissimi figli. Hawking è stato uno degli scienziati più brillanti di tutti i tempi, ha condotto studi sul tempo, sui buchi neri e sull'origine dell'universo, ma la sua vita non è stata certamente facile, soprattutto da quando gli è stata diagnosticata una malattia del mononeurone (probabilmente sclerosi laterale amiotrofica), che lo avrebbe portato alla morte nel giro di due anni secondo i medici. Nonostante ciò Stephen ha stupito il mondo intero, non ha mai perso la voglia di vivere e ha continuato a condurre i suoi s

San Valentino

Immagine
Ludovica 1'D
Immagine
Assemblea d’istituto febbraio 2020 Lunedì 3 febbraio si è svolta la seconda assemblea d’istituto dell’anno, durante la quale si è approfondito il tema dell’intelligenza artificiale attraverso varie attività proposte dai nostri rappresentanti. L’incontro è iniziato alle ore 8.00, presso l’aula magna del Policlinico di Modena, con la visione di una puntata della serie “Black Mirror”. Questa fiction, ambientata nel mondo futuro ma ispirata al presente, tratta delle problematiche e delle sfide legate all’introduzione delle nuove tecnologie nella vita quotidiana, in particolare nel campo dei media. L’episodio visto, intitolato “Rachel, Jack and Ashley Too”, racconta le vicende della quindicenne Rachel e il suo facile approccio con le innovazioni tecnologiche, in contrasto con le relazioni umane che la ragazza fatica a sviluppare. La giovane preferisce infatti passare del tempo con un robot giocattolo,  Ashley  too,  nonchè la rappresentazione della star del momento,  Ashley O. Dopo una
Immagine
-Eleonora 1'D
Immagine
AUSTRALIA IN FIAMME L’Australia, da oltre 4 mesi, è in fiamme e sta uccidendo persone, animali, bruciando foreste e emanando nell’atmosfera milioni di tonnellate di CO2. Gli incendi hanno percorso da ottobre a oggi circa 8 milioni di ettari di territorio tra New South Wales, Victoria, Sud Australia e Queensland. Si prevede che con il continuo aumento delle temperature il fuoco si espandi andando a bruciare quasi 15 milioni di ettari. Le accensioni sono state causate per metà dai fulmini e per metà dall’uomo, quello più grandi tuttavia sono causati dai fulmini perché riguardano le aree più distanti e disabitate, dove c’è poca probabilità di presenza di attività umana. Il 2019 è stato per l’Australia l’anno più secco e caldo registrato dal 1900 a oggi, più la siccità è prolungata più grandi sono le aree vegetali che si seccano e che prendono fuoco, gli incendi partono dalle aree più piccole per poi diffondersi in quelle più grandi dove il fuoco brucia per più tempo. L’ince